00 IMG_0710.jpg

ROCCAMARE - CASTIGLIONE DELLA PESCAIA

Sembra impossibile ma esiste un legame diretto tra la pineta di Roccamare e Mosca o almeno è così per me e per il designer Geert Koster. Abbiamo progettato insieme diverse ville e giardini per clienti russi sotto la bella pineta maremmana sul mare. Roccamare è un compound privato disegnato dall’architetto Ugo Miglietta negli anni Cinquanta inserendo più di 200 ville moderniste realizzate a partire dal 1963. Questo luogo esclusivo è stato frequentato da intellettuali e scrittori come Piero Citati e Carlo Fruttero, che vi ha ambientato il suo giallo Enigma in luogo di mare, oltre a Italo Calvino che si è servito delle spiagge di Roccamare come ispirazione nello scrivere Palomar. A Roccamare non c’è terra ma sabbia, inoltre c’è pochissima acqua e una fitta ombra sotto gli alti pini che fanno da minimo comune denominatore, dal cancello di ingresso fino all’ultima duna prima della spiaggia. Malgrado ciò la vegetazione spontanea è bellissima e profumata: ci sono grandi cespugli di lentisco e ginepri, oltre a tappeti di Cistus e Rosmarino selvatico che, per fattori pedoclimatici del luogo, può avere sfumature molto varie di colore, dal bianco all’indaco. Anche se la pianta che mi ha emozionato di più scoprire è stata la profumata Daphne sericea che sembra un rododendro e si fa un baffo di sole e salsedine. La parola d’ordine per questi progetti esclusivi è stata ostentare, passione comune dei nostri committenti, e quindi: piscine accessoriate, pavimentazioni curate e pergole. Ma ciò che ci ha interessato di più è stato studiare come riuscire a ottenere giardini arido-resistenti capaci di fondersi nella macchia spontanea con discrezione rispettando le regole del parco, perché nella progettazione del paesaggio crediamo soprattutto nel rispetto dell’ambiente e null’altro ci può distogliere dal farlo. Il progetto architettonico è di Geert Koster.

00.1 IMG_1659.JPG
01.2  IMG_0709.jpg
02 IMG_0635.jpg
02.1 IMG_1661.jpg
04.3 IMG_1762.jpg
04.6 IMG_0201.jpg